Autorizzazione all’uso dei cookie

Tu sei qui

Comunicazioni in evidenza

Esami di Stato I grado

Data pubblicazione: 25/05/2020

AVVISO AI GENITORI

Si comunica a genitori e studenti dell’istituto che l’Ordinanza Ministeriale n. 9 del 16/05/2020 concernente gli Esami di Stato nel primo ciclo di istruzione per l’anno scolastico 2019/2020 prevede all’articolo 3 che tutti gli alunni delle classi terze delle scuole secondarie di primo grado trasmettano al consiglio di classe, in modalità telematica o in altra idonea modalità concordata, un elaborato inerente una tematica condivisa dall’alunno con i docenti della classe e dagli stessi assegnata. In data 15 maggio i Consigli di classe hanno assegnato ad ogni alunno una tematica, gli alunni predisporranno l'elaborato coerente con la tematica assegnata, che potrà essere realizzato sotto forma di testo scritto, presentazione anche multimediale, mappa o insieme di mappe, filmato, produzione artistica o tecnico-pratica.
La scadenza prevista per la consegna dell’elaborato è stata fissata dal Collegio dei Docenti il giorno 30/05/2020, tale data è stata individuata come termine ultimo. L’elaborato andrà inviato alla mail dell’istituto elaborati@icstraina.edu.it , non dovrà essere superiore a 5 MB e preferibilmente in formato pdf avente come oggetto:
Nome e cognome dell’alunno -  Classe e sezione - Titolo dell’elaborato
La discussione degli elaborati avverrà a partire da giorno 10 giugno 2020, secondo calendario che sarà successivamente comunicato.
Per ogni alunno sarà previsto un momento di presentazione orale in modalità telematica davanti ai docenti del consiglio di classe. Sia l’elaborato che la presentazione dello stesso costituiscono elementi di cui il consiglio di classe tiene conto per l’attribuzione del voto finale. 
Il Dirigente Scolastico
Carmelo La Porta
 

Proroga sospensione delle attività didattiche in presenza fino al 06 giugno 2020

Data pubblicazione: 21/05/2020

AVVISO ALL'UTENZA

Si comunica che, in ottemperanza al DPCM del 17 maggio 2020, le attività didattiche in presenza saranno sospese fino al 6 giugno 2020, termine delle lezioni previsto dal calendario scolastico regionale.
Per tutta la durata della suddetta sospensione LE ATTIVITÀ DIDATTICHE saranno assicurate nella modalità A DISTANZA, con riguardo anche alle specifiche esigenze degli studenti con disabilità.
La didattica a distanza sarà garantita attraverso l’utilizzo della piattaforma G.suite e la bacheca di Argo, mentre le comunicazioni avverranno tramite registro elettronico e il canale telegram https://t.me/icstraina. Il Ricevimento al pubblico è sospeso, in via cautelativa, fino a nuova disposizione. 
Gli Uffici di Segreteria funzioneranno in modalità smart working.
Il ricevimento del pubblico in presenza presso gli uffici di segreteria è sospeso fino al 14 giugno p.v., ma continuerà ad essere garantito in modalità telematica/telefonica, attraverso i seguenti contatti:
- recapito telefonico 3481744580 (attivo da lunedì a sabato dalle ore 8,00 alle 14,00).
Il ricevimento in presenza del pubblico sarà limitato ai soli casi indifferibili di necessità e di urgenza, appositamente autorizzati dal dirigente scolastico, previo appuntamento da concordarsi almeno 24 ore prima ai recapiti sopra indicati. In tali casi il pubblico attenderà il proprio turno all'ingresso della sede centrale di via Cacciatori delle Alpi,401 e accederà agli uffici amministrativi nel numero di un individuo per volta, nel pieno rispetto delle norme precauzionali di igiene e di distanziamento sociale stabiliti dalla normativa vigente per la prevenzione del contagio (quali aerazione dei locali, uso di dispositivi di protezione individuali - mascherine e guanti, igienizzazione delle mani prima dell’ingresso, distanziamento di due/tre metri tra persone).

Proroga sospensione dell’attività didattica in presenza fino al 17 maggio 2020

Data pubblicazione: 03/05/2020

AVVISO ALL'UTENZA

Si comunica che il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri (D.P.C.M) del 26/04/2020 (pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale Serie Generale n. 108 del 27/04/2020), che si allega in copia alla presente, ha disposto la proroga dal 4 al 17 maggio 2020 delle misure per il contenimento del contagio da Covid-19.
La sospensione delle attività didattiche in presenza è, pertanto, prorogata fino al 17/05/2020.
Visto il suddetto decreto, sono prorogate dal 4 al 17 maggio 2020 le attività di didattica a distanza e tutte le disposizioni di cui alla determina del Dirigente Scolastico prot. n. 2878 del 13/03/2020.
La didattica a distanza sarà garantita attraverso l’utilizzo della piattaforma G.suite e la bacheca di Argo, mentre le comunicazioni avverranno tramite registro elettronico e il canale telegram https://t.me/icstraina. Il Ricevimento al pubblico è sospeso, in via cautelativa, fino a nuova disposizione.
Si invita, pertanto, il pubblico ad avvalersi, per ogni necessità, della posta elettronica agli indirizzi: rgic82800c@istruzione.it oppure rgic82800c@pec.istruzione.it 

Solo per comunicazioni urgenti rivolgersi ai seguenti numeri:3481744580-3501373179 attivi dalle ore 08.30 alle ore 13.00

Scuola Dislessia Amica

Data pubblicazione: 22/02/2020

La grande maggioranza dei Docenti iscritti (e comunque una percentuale di gran lunga superiore alla soglia minima del 60%) ha svolto e concluso positivamente il percorso formativo nell’ambito del progetto “Dislessia Amica”. Grazie a questo esito, all’IC Filippo Traina  di Vittoria  è stato riconosciuto il titolo di “Scuola Dislessia Amica”.

Bilancio sociale

Data pubblicazione: 06/07/2017

COSA E PERCHE' DI UN  BILANCIO SOCIALE DELLA SCUOLA

L’autonomia riconosciuta agli Istituti Scolastici in Italia è stata raggiunta attraverso una serie di sviluppi dell’ordinamento giuridico che possono essere datati — andando sinteticamente indietro nel tempo — a partire dal 1974 con l’introduzione dei Decreti Delegati, e poi con il primo Disegno di legge sull’autonomia nel 1978, fino alla prima normativa organica che ha introdotto la personalità giuridica e l’autonomia funzionale delle Scuole con la Legge 15 marzo 1997 n. 59, e infine con il Decreto del Presidente della Repubblica 8 marzo 1999 n. 275[1]. Ovviamente le innovazioni introdotte dalla Legge 13 luglio 2015 n. 107 — la cosiddetta Buona Scuola — sono ad oggi l’ultimo stadio di questa evoluzione normativa, che poi si è riverberata in tutti i settori della società, dato il ruolo fondamentale e imprescindibile dell’istruzione in ogni ambito.
 
È stata invece la Direttiva del Ministro della Funzione Pubblica sulla rendicontazione sociale nelle amministrazioni pubbliche del 17 febbraio 2006 ad introdurre in via ufficiale l’utilizzo del Bilancio Sociale anche in ambito scolastico. Ma anche nel caso specifico di questo strumento di comunicazione e rendicontazione pubblica si è assistito ad uno sviluppo in vari passaggi, perché l’adozione del cosiddetto Bilancio sociale della scuola è stata prospettata organicamente con la diffusione della nota del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca n. 3214 del 22 novembre 2012. In questa comunicazione infatti sono state trasmesse le Linee di indirizzo “Partecipazione dei genitori e corresponsabilità educativa”, redatte sulla base dei suggerimenti e delle indicazioni del FONAGS (Forum Nazionale delle Associazioni dei Genitori della Scuola), che hanno costituito la base pratico-applicativa del Bilancio sociale della scuola in quanto documento consuntivo di grande importanza. Infine, questo è stato reso definitivo con il Decreto del Presidente della Repubblica 28 marzo 2013 n. 80, che all’articolo 6 comma 1 lettera d numero 1, così recita “Procedimento di valutazione. […] d) rendicontazione sociale delle istituzioni scolastiche: 1) pubblicazione, diffusione dei risultati raggiunti, attraverso indicatori e dati comparabili, sia in una dimensione di trasparenza sia in una dimensione di condivisione e promozione al miglioramento del servizio con la comunità di appartenenza”.
Si pone dunque, una volta esposta per sommi capi la storia evolutiva di questo “documento consuntivo”, la domanda su cosa sia realmente: in un saggio molto preciso ed attento di Angelo Paletta si legge ad esempio che “Il bilancio sociale è il principale strumento attraverso il quale la scuola può assolvere l’obbligazione sociale della creazione di valore pubblico e dare trasparenza sul modo in cui sono prese le decisioni. Da queste considerazioni appare evidente che un discorso sul bilancio sociale della scuola ha senso se trova un robusto ancoraggio nei fattori che determinano i contenuti della responsabilità (la mission), l’ampiezza della responsabilità e gli stakeholder nell’interesse dei quali la scuola è tenuta responsabile (la governance), i meccanismi attraverso i quali è chiamata ad assolvere le proprie responsabilità l’accountability. Confrontando questa definizione con il dettato di legge si possono quindi individuare facilmente alcuni punti chiave iniziali:
  • Diffusione trasparente dei risultati ottenuti da un Istituto scolastico;
  • Promozione al miglioramento del servizio offerto;
  • Rapporto integrato con la comunità di interesse della Scuola

IL NOSTRO BILANCIO SOCIALE 2016/17

IL NOSTRO BILANCIO SOCIALE 2017/18

RENDICONTAZIONE SOCIALE 2018/19

 

 

Sito realizzato da Carmelo La Porta su modello comunità di pratica Porte Aperte sul Web, nell'ambito del progetto Un CMS per la scuola con Drupal Il modello di sito è rilasciato sotto licenza Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.

CMS Drupal ver.7.69 del 18/12/2019 agg.09/01/2020